Le Lampadine

Le nostre fedeli lampadine

LAMPADE A INCANDESCENZA

Le conosciamo tutti poiché si tratta di quelle tradizionali e tuttora più diffuse, soprattutto in virtù del loro basso costo.

Vi sono lampadine a filamento che, a fronte di un costo estremamente contenuto, assicurano luce in media per 1.000 ore, anche se l'intensità diminuisce con il passare del tempo.

Il vantaggio principale, oltre al costo, coincide con l'emissione di luce molto simile a quella naturale che garantisce una buona resa dei colori.

Il limite fondamentale deriva, però, dallo spreco di energia che viene impiegata mediamente solo per il 10-15% mentre la parte restante viene dispersa in calore.

Maggior efficienza è garantita dalle lampade alogene che funzionano grazie ad un gas alogeno, come Bromo o Iodio, contenuto nel bulbo.

Queste lampadine hanno una durata quasi doppia rispetto quelle a filamento ed emettono una luce bianca che non perde intensità nel corso del tempo.

Gli aspetti negativi derivano dai costi maggiori e dall'emissione di raggi ultravioletti che a lungo andare possono causare danni all'occhio.

Infine una precauzione: il bulbo non va toccato a mani nude poichè si rischia di fulminare la lampadina alla prima accensione, è pertanto consigliabile maneggiarlo con un fazzoletto e, nel caso il nostro consiglio sia arrivato tardi,si può strofinare il vetro con l'acool.

Come accennato, le lampadine ad incandescenza sono le più diffuse, almeno per il momento in considerazione del fatto che l'Unione Europea sta operando affinché entro il 2012 tutti gli Stati membri sostituiscano queste lampadine tradizionali con le nuove tipologie a risparmio energetico.

LAMPADE A BASSO CONSUMO

Sono destinate a sostituire le lampade a incandescenza e si stanno diffondendo con una rapidità crescente, merito principale del risparmio energetico, che può arrivare all'80% rispetto alle tradizionali, senza compromettere la qualità della luce emessa.

Il settore è in notevole crescita, quindi anche le innovazioni ed i miglioramenti sono costanti.

La ricerca ci dona continue innovazioni le quali fanno dimenticare i primi modelli che impiegavano minuti prima di diffondere la quantità standard di luce che per di più era piuttosto distante da quella naturale del sole, quindi veniva percepita dall'occhio umano come 'fredda'.

Lampade a scarica
Sono composte da un tubo, generalmente di vetro o quarzo, al cui interno è contenuto gas o vapore che sottoposto ad una scarica elettrica genera la luce. In commercio sono presenti diversi tipologie che si differenziano per composizione, potenza, durata e costi?vediamone alcune nel dettaglio:

Lampade fluorescenti
sono le più diffuse, meglio conosciute come tubi a neon, nonostante sarebbe più corretto definirle a mercurio. Garantiscono una vita significativamente più lunga ed un'efficienza di oltre 4 volte maggiore rispetto le tradizionali lampadine a incandescenza. L'acquisto corrisponde ad un investimento che dà i suoi frutti nel lungo periodo, infatti la notevole durata delle lampade fluorescenti consente di ammortizzare abbondantemente il costo iniziale.

Una particolare attenzione va riservata al loro smaltimento, dal momento che contengono l'inquinante mercurio. E' necessario restituirle al rivenditore, affinché provveda a smaltirle insieme ai materiali RAEE, oppure portarle ad un apposito centro di riciclaggio.

Le lampade a vapori di alogenuri metallici
uniscono un'ottima efficienza ad una lunga durata ed i progressi degli ultimi anni hanno migliorato anche la piacevolezza della luce emessa. L'ampliamento dello spettro luminoso le rende assai piacevoli per l'occhio umano incentivando così l'impiego nelle abitazioni delle lampade, a lungo tempo impiegate per l'illuminazione pubblica di grandi aree, come strade e parchi, o di vetrine di attività commerciali.

LAMPADE LED

La durata media di 10 volte superiore le rende un estremamente convenienti rispetto a quelle tradizionali ed il costo iniziale, più elevato, si ammortizza in breve tempo.

Inoltre i led disperdono molta meno energia rispetto alle lampade a incandescenza (mediamente un quinto) evitando sprechi e dispersione di calore nocivo anche per l'ambiente.

I moderni e diffusi faretti offrono suggestive soluzioni per illuminare creando atmosfera, irradiando piacevoli luci dagli allegri riflessi rossi o dalle rilassanti tonalità blu e verdi.

I progressi tecnologici cui assistiamo costantemente stando anche consentendo di produrre luce bianca, attraverso la combinazione dei colori primari.

Le innovazioni sono assai promettenti ed offrono sempre nuove idee per arredare la propria casa e gli ambienti esterni?teniamoci aggiornati!

LAMPADE OLED

I materiali plastici potrebbero garantirci un ulteriore e significativo risparmio economico migliorando anche il nostro rapporto con l'ambiente.

Le opportunità insite sono molto affascinanti, anche dal punto di vista estetico considerando che sono allo studio moduli di spessore sottile che potrebbero circondarci di luce diffusa dalle pareti e dal soffitto...attendiamo con trepidante attesa le prossime novità!